top of page

I sensori per la gestione della sanità della mammella


Recentemente il gruppo di lavoro all'interno dello Standing Committee dell'IDF ha completato una valutazione sull'uso dei sensori nella gestione sanitaria della mammella. Le principali conclusioni di tale lavoro sono le seguenti.

Gli attuali sistemi di sensori vengono utilizzati per rilevare le vacche con mastite clinica. Sebbene i sistemi funzionino abbastanza bene da non influire negativamente sull'adozione di sistemi di mungitura automatica, le prestazioni sono tutt'altro che perfette. Un vantaggio importante dei sistemi di sensori è la disponibilità di misurazioni multiple al giorno. Definendo chiaramente la necessità di rilevare la mastite subclinica (SCM) e la mastite clinica (CM), è possibile migliorare il rilevamento e la gestione di SCM e CM. Abbiamo definito 4 situazioni di mastite che potrebbero essere gestite con il supporto di sistemi di sensori. Le 4 situazioni di mastite definite con i requisiti di prestazione sono le seguenti: (1) Vacche con CM grave che necessitano di attenzione immediata. I sistemi di sensori dovrebbero avere una sensibilità molto alta (>95% e preferibilmente vicina al 100%) e specificità (>99%) entro una finestra temporale ristretta (massimo 12 ore) per garantire che quasi tutte le vacche con casi reali di CM grave siano rilevate rapidamente. (2) Vacche con mastite che non necessitano di cure immediate. Anche se queste vacche corrono il rischio di progredire in CM grave o mastite cronica, dovrebbero avere la possibilità di guarire spontaneamente. Gli avvisi del sensore devono avere una sensibilità ragionevole (>80%) e un'elevata specificità (>99,5%) per ridurre i falsi positivi. La finestra temporale potrebbe essere di circa 7 d. (3) Vacche che necessitano di attenzione durante la messa in asciutta. Per evitare allarmi falsi positivi e falsi negativi, la sensibilità e la specificità devono essere ugualmente elevate (>95%). (4) Salute della mammella a livello di mandria. Combinando le letture dei sensori di tutte le vacche della mandria, è possibile sviluppare nuovi indicatori chiave di prestazione a livello di mandria per monitorare lo stato di salute e lo sviluppo della mammella nel tempo e generare allarmi in caso di scostamenti significativi dalle soglie predefinite. La sensibilità dovrebbe essere ragionevolmente elevata, >80% e, a causa dei costi per un'ulteriore analisi degli allarmi falsi positivi, la specificità dovrebbe essere >99%.


Novel-ways-to-use-sensor-data-to-improve-mastitis-
.pdf
Scarica PDF • 764KB

I risultati completi del lavoro sono stati pubblicati in formato open access (libero) sul Journal Dairy Science e il lavoro è scaricabile dal link a fianco


111 visualizzazioni

Post correlati

Comments


bottom of page