La crisi non è solo in Italia !


imagesUSA

Da rilevare come i dati che derivano dalla più grande agenzia di valutazione finanziaria specializzata nel settore bovino da latte (Genske, Mulder & Co) e riguardano allevamenti soprattutto del Sud e Ovest degli USA l’area, appunto , caratterizzata da allevamenti di grandi dimensioni. Va inoltre sottolineato che i dati economici non comprendono il costo attribuibile al costo base per vivere dell’allevatore (3$ ogni 100 kg di latte circa) e quindi sottovalutano le reali perdite.

Le perdite rilevate sia per quantità di latte prodotto che per bovina sono rilevanti e hanno determinato la necessità per molti allevatori di indebitarsi per poter continuare a produrre, in attesa di tempi migliori.Scarica la tabella dove è riportato il conto econonico e le caratteristiche delle aziende USA considerate nello studio

images
0 visualizzazioni

Post correlati

Come ridurre il peso economico del latte di scarto Nell’ultimo numero di Hoard’s Dairyman vi è un interessante articolo di Mark Hardesty (Maria Stein Animal Clinic, Maria Stein, Ohio) che fa il punto

L’associazione agricoltori del Minnesota ha pubblicato il report annuale sull’andamento dei bilanci delle aziende agricole locali in base alla loro attività principale. Abbiamo ritenuto interessante r