Si può guadagnare anche in temi difficili

j0434000

In un recente lavoro comparso su Hoard’s Dairyman, viene fatta un’analisi dei ricavi relativa a 544 allevamenti del Nord-Est Americano. Di questi 544 allevamenti 136 hanno avuto un bilancio positivo alla fine del 2009, malgrado la forte tensione sui prezzi del latte e sui costi di produzione (tensione ben più elevata che in Italia, visto che il mercato USA è libero).


Interessante la valutazione dei motivi per cui questi allevatori hanno potuto guadagnare nel 2009. Mediamente gli allevatori hanno guadagnato da 154 a 406 $ a vacca allevata. Le diversestrategie adottate (mantenere lo stato delle bovine al meglio, efficienza nel lavoro, spuntare un prezzo più alto, risparmiare al massimo e un’azione bilanciata dei diversi approcci) hanno dato risultati diversi in funzione delle dimensioni dell’allevamento. Se infatti il “massimo risparmio” sembra essere all’origine del successo negli allevamenti piccoli (150 vacche), avere le bovine al loro meglio (a livello metabolico e igienico-sanitario) è la strategia più redditizia per gli allevamenti più grandi (300 capi).

Per scaricare la tabella riepilogativa selezionate l’icona qui a fianco

images

Fonte Hoard’s Dairyman Dicembre 2010 pag 823

0 visualizzazioni

Post correlati