Allevamento e rischio zoonosi

Aggiornamento: 12 set

Le zoonosi sono quelle malattie che possono essere diffuse tra le persone e gli animali e sono causati da agenti patogeni come batteri, virus, funghi e parassiti. A differenza delle patologie che influiscono solo sulla salute della bovina, le zoonosi possono anche influire sulla salute delle persone, incluse quelle che operano nell’allevamento. Queste malattie si diffondono principalmente in quattro modi.

Trasmissione diretta: questa si verifica quando una persona entra in contatto con agenti patogeni direttamente attraverso feci, urina, sangue e latte, ma anche attraverso goccioline respiratorie (aerosol) e fluidi del parto.

Trasmissione indiretta: Questo avviene quando qualcuno contatta un agente patogeno indirettamente attraverso l’ambiente, le superfici o strumenti contaminati. Questo accade perché alcuni agenti patogeni possono sopravvivere nell’ambiente. I batteri che causano l’antrace e il carbonchio ematico (Bacillus anthracis), per esempio, possono sopravvivere nella sporcizia, lane e pelli per decenni!

Trasmissione via vettore: si verifica quando un agente patogeno è diffuso tra animali e persone da un vettore: zecche, zanzare, pulci o altri insetti. Un esempio tipico di una malattia trasmessa in questo modo è la Blue Tongue

Trasmissione per via alimentare: la trasmissione avviene quando l’agente patogeno si diffonde attraverso il cibo o acqua.

Prevenzione e controllo

Al di la delle profilassi obbligatore (tubercolosi e brucellosi, due importanti zoonosi), si possono applicare semplici procedure per ridurre il rischio di trasmissione per zoonosi meno note o, fortunatamente, meno frequenti. Gli agenti patogeni possono sopravvivere sulla polvere e particelle ed essere respirate quando la polvere viene sollevata; quindi, ridurre la polverosità degli ambienti è una semplice e pratica misura di prevenzione. Deve essere sempre praticata una buona igiene avendo a disposizione “stazioni di lavaggio” delle mani, con sapone e acqua prontamente disponibile. Bisogna avere protocolli per la pulizia di strumenti e attrezzature, che indichino anche come pulire e quanto spesso devono essere pulite.

Quando necessario informare i dipendenti su quando indossare i dispositivi di protezione personale e su come indossarli e toglierli. Questo include guanti, respiratori, maschere, occhiali, tute e copristivali.

Motivare soprattutto i dipendenti per una adeguata protezione della salute è fondamentale. Quindi incoraggiarli a seguire le procedure, segnalare animali malati, indossare l’equipaggiamento protettivo personale, lavarsi le mani regolarmente per evitare problemi alla salute personale e dell’allevamento è di particolare importanza, sia per la propria salute sia per quella delle altre persone, visto che le bovine da latte producono alimenti che saranno consumati dall’uomo.

Da Hoard’s dairyman 2021, 1.

4 visualizzazioni

Post correlati

La somministrazione del colostro ai vitelli in una quantità corretta e con una qualità ottimale è lo strumento più efficace per salvaguardare la salute dei vitelli. Molti allevatori utilizzano un rifr

Come è cambiata la mastite e la sua terapia P.Ruegg nota esperta di mastite americana, che è anche stata ospite in un nostro recente congresso ha presentato alla 2018 Tri-State Dairy Nutrition Confere