Latte ecosostenibile


climate-change1

A conferma di ciò, in una pubblicazione a cura di A.Smedman et al. (Food & Nutrition Research 2010, 54: 5170) sono stati confrontate diverse bevande, tra cui il latte, per il loro valore nutritivo e anche per il loro costo “ambientale”. I risultati di tale indagine sono sicuramente curiosi ed interessanti.

Ai fini delle valutazioni le diverse bevande sono state analizzate ed è stata valutata la loro “densità nutritiva” ovvero la concentrazioni di diversi nutrienti (energia, proteina, grassi e diverse vitamine e minerali) in rapporto ai fabbisogni giornalieri calcolati a livello di popolazione scandinava (Nordic Nutrition Reccomandations). L’impatto ambientale è stato invece calcolato secondo le procedure definite alla conferenza di Kyoto sull’ambiente.


I risultati, come dicevamo, sono curiosi ed interessanti. Non stupisce che il latte rappresenti il prodotto con la maggiore densità nutritiva e quindi anche se la sua produzione e distribuzione ha un certo costo ambientale, il rapporto nutrienti/costo ambientale è comunque il più favorevole ed è circa il doppio dei due successivi alimenti (succo d’arancia e latte di soia). Nel caso del latte di soia, spesso indicato come una alimento molto ecosostenibile, i dati dimostrano esattamente l’opposto poiché se è vero che ha un costo ambientale pari ad un terzo del latte, ha però il 15% del valore nutrizionale di quest’ultimo e quindi un rapporto nutrienti/emissioni molto più basso del latte.

Questi argomenti sono importanti per contrastare oggettivamente informazioni che nella rete demonizzano la produzione di latte e l’allevamento del bovino con argomenti pretestuose e scientificamente poco attendibili.

Prodotto

Densità nutritiva

Emissione gas serra

Rapporto Nutrienti/

emissione gas serra

Latte

53,8

99

0,54

Bevanda gassata

0

109

0

Succo d’arancia

17,2

61

0,28

Birra

0

101

0

Vino rosso

1,2

204

0,01

Acqua minerale

0

10

0

Latte di soia

7,6

30

0,25

3 visualizzazioni

Post correlati