Le infezioni da Mycoplasma bovis nei vitelli: come controllarle?

Mycoplasma bovis è un microrganismo, circondato da una singola membrana e può essere tra le cause di patologia respiratoria nei vitelli molto giovani. Spesso le infezioni da micoplasma sono la causa di patologie auricolari e di problemi all’equilibrio nei vitelli.

La fonte di micoplasma per i vitelli è rappresentata nella maggior parte dei casi dalla madre, sia tramite i contatti con le secrezioni di naso e bocca che tramite il colostro. Una seconda causa di infezione può essere lo stretto contatto tra animali. Anche l’ingestione di Mycoplasma bovis nel latte di scarto non pastorizzato è un’altra importante fonte di infezione per i vitelli. Reservoir ambientali – aerosol o la lettiera – infine, sono possibili fonti di contaminazione.

L’infezione comporta una risposta infiammatoria nelle bovine, ma il sistema immunitario non è in grado di eliminare completamente il microrganismo così da lasciare la maggior parte degli animali infetti da M. bovis con infiammazioni croniche o infezioni di lunga durata. Un animale cronicamente infetto elimina il microrganismo in maniera intermittente nelle secrezioni nasali, orali e nel latte soprattutto in momenti di particolare immunodepressione e stress.

Le infezioni da micoplasma sono difficili da trattare e un animale da cui è stato isolato M. bovis viene considerato infetto a vita. Infatti questo microrganismo può essere molto resistente al trattamento e gli antibiotici come penicillina, ampicillina, amoxicillina, o ceftiofur non sono efficaci poiché M.bovis non possiede una parete batterica.

Per la prevenzione delle infezioni da M.bovis questi gli elementi fondamentali da considerare:

  1. Individuare la fonte primaria di infezione in azienda e controllarla

  2. Rimuovere i vitelli dall’area di parto il prima possibile

  3. Analizzare il latte per la ricerca di M. bovis prima dell’asciutta e non somministrare colostro dalle bovine che risultano positive

  4. Fornire ai vitelli di madri infette colostro di bovine sane e, quindi, latte pastorizzato o latte in polvere

  5. Mantenere gli animali in box singoli per ridurre i contatti tra vitelli

Micoplasma è in grado di sopravvivere molto nell’ambiente, soprattutto nelle aziende dove il problema è endemico. Questi microrganismi resistono bene al freddo e all’umidità. Inoltre sopravvivono mesi in lettiere di sabbia, pozze di acqua e in ambienti sporchi.

Per il controllo di M. bovis fondamentale risulta il tutto pieno tutto vuoto per consentire alle varie aree in allevamento di essere sanificate correttamente prima dell’ingresso di nuovi animali. Ideale sarebbe poter eliminare gli animali positivi, se questi non sono eccessivamente numerosi. La vaccinazione non è possibile in un piano di controllo realmente efficace.

M.Mazzilli

Bibliografia: Sheila McGuirk : Mycoplasma infections in calves may cause ear infections- Hoard’s Dairyman 25 January 2011

8 visualizzazioni

Post correlati

Le zoonosi sono quelle malattie che possono essere diffuse tra le persone e gli animali e sono causati da agenti patogeni come batteri, virus, funghi e parassiti. A differenza delle patologie che infl

La somministrazione del colostro ai vitelli in una quantità corretta e con una qualità ottimale è lo strumento più efficace per salvaguardare la salute dei vitelli. Molti allevatori utilizzano un rifr