top of page

Cosa ci dicono i numeri riguardo l’uso degli antibiotici.



Il 13° e ultimo rapporto ESVAC pubblicato poche settimane fa fornisce i dati relativi alle vendite di antibiotici in 31 paesi europei per gli anni 2020-2022. Questo rapporto fotografa la situazione dei diversi Paesi per quanto riguarda le vendite di antibiotici, ma non rispetto ai trattamenti e tanto meno alle dosi somministrate. Infatti, i dati vengono normalizzati in relazione alla sola biomassa animale rappresentata dalle PCU (1 PCU=1 kg di biomassa) e calcolata secondo le procedure dell’ESVAC.

Questo comporta delle distorsioni soprattutto per quanto riguarda i Paesi più piccoli, la più nota ed eclatante delle quali è rappresentata da Cipro che, vendendo antibiotici nei paesi del Medio Oriente, da sempre rappresenta il paese Europeo con le più alte PCU. Malgrado questi problemi, l’andamento delle vendite può essere considerato una buona stima dell’utilizzo degli antibiotici nei diversi Paesi europei.

Per quanto riguarda l’Italia, una prima buona notizia è che la vendita di prodotti per la terapia endomammaria delle mastiti si è ridotta a tal punto da non essere rappresentabile graficamente (scarica la figura dal link).


ITALY_SALE_2011-2022
.pdf
Download PDF • 244KB





Infatti, i prodotti per trattamenti endomammari, endouterini e i boli rappresentano insieme meno dello 0,4% delle vendite totali di prodotti antibiotici (a livello europeo la media per i soli endomammari è dello 0,7%). Altrettanto buona la proporzione di prodotti  compresi in classe D che rappresentano il 71% dei prodotti venduti, mentre solo l’1% è rappresentata dai prodotti con restrizioni e destinati, preferibilmente alle terapie per l’uomo.


A nostro avviso, meno buono il trend di vendite dei prodotti perché, tuttora, la vendita di antimicrobici misura in mg/PCU è pari a 157,5 mg/PCU, valore che è il doppio di quello tedesco e il quadruplo di quello francese o olandese (vedi tabella 6 a pagina 43 del rapporto)..

In sostanza quindi, i segnali, soprattutto per il settore dell’allevamento del bovino da latte sono molto buoni, tuttavia per gli altri settori zootecnici, il traguardo non sembra molto vicino.


Scarica l'intero rapporto dal seguente link



sales-veterinary-antimicrobial-agents-31-european-countries-2022-trends-2010-2022-thirteen
.
Download • 2.90MB

32 visualizzazioni

Post correlati

bottom of page