top of page

Meno sale nel formaggio?


Il problema del contenuto di sale degli alimenti è un tema di grande attualità. Diversi enti, tra cui l’Organizzazione Mondiale della Sanità hanno posto l’accento sulla necessità di ridurre l’assunzione di sale con gli alimenti al fine di prevenire le patologie circolatorie.

Il problema ovviamente colpisce direttamente la produzione di formaggi dove il sale oltre ad avere un effetto conservante ha, ovviamente, un ruolo nel dare il sapore e nel caratterizzare le diverse produzioni.


La FIL-IDF sia a livello internazionale che a livello nazionale, ha quindi iniziato una serie di indagini ed iniziative per individuare modi e tecnologie che possano portare ad una corretta informazione sul problema, evitando le potenziali “demonizzazioni” del formaggio, ma anche per trovare tecniche che mantenendo le caratteristiche organolettiche delle diverse produzioni, possano portare ad un minor contenuto di sale.

Recentemente, la FIL italiana ha organizzato un incontro dove sono stati presentati i primi risultati di tale lavoro, risultati che saranno poi raccolti in una monografia.

La presentazione a cura del dott.Bisig di Liebefeld, fornisce utili informazioni su tale argomento e rappresenta sicuramente un importante stimolo per la discussione.

Potete scaricare la presenzazione selezionando il link [presentazione sale].

0 visualizzazioni

Post correlati

bottom of page