Diagnosi

Diagnosi e controllo igienico-sanitario della produzione del latte

Il concetto della qualità si riferisce ad un insieme di fattori; la qualità, a sua volta, si riflette sul prodotto finale e il consumatore misura il grado di qualità ogni giorno con il consumo di prodotti caseari. Da un punto di vista analitico, la qualità del latte si può definire e misurare con i suoi costituenti, la conta cellulare somatica, la carica batterica, con il suo aspetto e con la qualità organolettica. Le infezioni mammarie hanno un impatto negativo su tutti e cinque i punti precedenti e, come noto, tutte queste componenti sono regolate da disposizioni di legge e da accordi interprofessionali. Accanto a questi aspetti, la diagnostica delle infezioni mammarie a livello individuale, assume un ruolo altrettanto importante poiché il controllo delle infezioni mammarie determina un miglioramento della qualità del latte. In questo ambito, è utile sottolineare che tale miglioramento favorisce una situazione in cui tutti vincono: il consumatore, l’industria casearia, gli allevamenti di vacche da latte ele vacche stesse. Da qui il ruolo che questo comitato del MCI si prefigge di svolgere nell’ambito dell’attività dell’associazione.

0 visualizzazioni

Post correlati

Educazione e divulgazione nella produzione del latte, programmazione attività MCI Il controllo delle infezioni mammarie comprende due momenti ben definiti: la prevenzione e la terapia. Nel primo caso,

Terapia e immunomodulazione nel controllo delle infezioni mammarie Il controllo delle infezioni mammarie comprende due momenti ben definiti: la prevenzione e la terapia. Nel primo caso, accanto alle d

Nutrizione e metabolismo nella produzione del latte È noto come la nutrizione abbia la possibilità di condizionare in misura variabile, nell’entità e nel tempo, molti dei parametri chimici e fisici de