top of page

Valutazione economica sull’uso dei robot di mungitura



Il Dr. Micheal Brouk Kansas State University ha presentato alla Western Dairy Management Conference un interessante articolo che affronta il tema della valutazione economica dell’adozione dei sistemi automatici di mungitura (robot).

Nei sistemi più diffusi, il singolo robot è in grado di mungere mediamente 55 bovine. Questo rappresenta uno dei limiti economici poiché definisce, in qualche modo, la quantità di latte raccolto quotidianamente che deve compensare il debito contratto con l'acquisto di una singola unità o il suo ammortamento.

Nella realtà americana una singola macchina ha un costo compreso tra 180.000 e 200.000 $ e la  tabella indica la proporzione della produzione che viene “assorbita” dagli interessi o dall’ammortamento della macchina. Nei calcoli è stato utilizzato un tasso di interesse del 5% e un prezzo del latte di 33 €cent al litro.

 

 

Produzione

Percentuale di latte destinata a pagare interessi o ammortamento della macchina

Kg totali

Kg capo (55 bovine)

5 anni

6 anni

7 anni

8 anni

1360

24,7

25.2

18.8

14.1

10.5

1814

32,9

18.9

14.1

10.6

7.9

2268

41,2

15.1

11.3

8.5

6.3

2721

49,5

12.6

9.4

7.1

5.3

3175

57,7

10.8

8.1

6.1

4.5

 

In base alla tabella, un allevamento che raccoglie solo 1814 kg di latte per robot con un prestito di 7 anni dovrebbe utilizzare circa il 14% del reddito derivante dal latte per ripagare il debito. Questo costo si somma agli altri costi di produzione (alimento, gestione…).

Deve inoltre essere considerato il fatto che i sistemi di mungitura completamente robotizzati possono costare 2.500 $ per vacca rispetto ai circa 250 $ di un sistema di mungitura convenzionale per un allevamento di dimensioni simili. Di conseguenza, in genere dobbiamo vedere un aumento della produzione di latte e una diminuzione del costo del lavoro per coprire il capitale aggiuntivo richiesto per le attrezzature di mungitura. I confronti effettivi tra forniture, manutenzione e costi di esercizio dei sistemi convenzionali e robotici sono generalmente fattori di minore importanza nel quadro economico complessivo.

Il costo del mangime è un altro aspetto controverso nel caso della mungitura robotizzata. Infatti, in USA; ci si dovrebbe aspettare un aumento del costo giornaliero del mangime per vacca quando si passa alla mungitura robotizzata. Tuttavia, se l’iniziativa si traduce in un aumento della produzione di latte per vacca, allora il costo del mangime per quintale di latte prodotto viene spesso ridotto, migliorando così la redditività. È stato inoltre osservato che limitare la disponibilità di mangime nel robot può aumentare la manodopera necessaria l'addestramento degli animali alla mungitura robotizzata e alla necessità di andare a prendere le bovine che non si sono fatte mungere. La quantità somministrata potrebbe influenzare il comportamento degli animali e quindi aumentare la produzione di latte e ridurre il fabbisogno di manodopera.

68 visualizzazioni

Post correlati

Come ridurre il peso economico del latte di scarto

Come ridurre il peso economico del latte di scarto Nell’ultimo numero di Hoard’s Dairyman vi è un interessante articolo di Mark Hardesty (Maria Stein Animal Clinic, Maria Stein, Ohio) che fa il punto

Commenti


bottom of page